Prossima fermata – Jamboree

Il racconto del secondo campetto in preparazione al 24° Jamboree mondiale dello scoutismo, vissuto dalla "classe 2019 Veneto - Friuli Venezia Giulia" in quel di Caorle (VE) nel weekend del 6/7 aprile.

919

Per ritrovarsi ancora una volta prima del Jamboree, le squadriglie Aironi, Aquile, Delfini e Leoni, del reparto Ponte di Cividale (Veneto e Friuli Venezia Giulia) hanno partecipato al loro secondo campetto a Caorle, località balneare in provincia di Venezia.

Una volta convocati presso l’aula magna del collegio (ambientazione del campetto) noi studenti abbiamo potuto conoscere i nostri professori Camilla (insegnante di lingue), Stefano (professore di tecnologia), Don Corrado (professore di religione) e infine Luca (preside dell’Istituto) che ha presenziato con il discordo introduttivo.

Al termine del test di ingresso e dopo aver sistemato gli zaini nelle camerate, con una cerimonia gli ambasciatori hanno ricevuto i fazzolettoni di contingente italiano e completato la loro uniforme.

Nei due giorni di evento ogni esploratore e guida ha potuto quindi seguire diverse lezioni dei vari professori per prepararsi a vivere il Jamboree 2019.

Durante la prima giornata è stato costruito un alzabandiera con la base di un Ponte di Leonardo. Ogni squadriglia ha costruito una delle quattro scale che costituiscono questo ponte, che è il logo del contingente italiano nel Jamboree 2019. Dopodiché sono stati montati i pali per le bandiere.

Alla sera, si e discusso dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile da raggiungere entro il 2030 (dalla sconfitta della povertà alla partnership per gli obiettivi), e di cosa possiamo fare per raggiungerli. (trovi materiale utile a questo link:
https://drive.google.com/drive/folders/1HwXRMNyfE5q_ikWYA-3g9BFw7jBltTq0

Il giorno seguente ognuno ha potuto partecipare ad un’altra lezione di tecnologia, con la caccia al tesoro con smartphone e QR Code, in cui ogni squadriglia doveva completare delle missioni che si trovavano in vari QR Code nascosti per la città di Caorle.

Una delle ultime attività, prima della Messa e della conclusione del campetto, è stato il gioco Bafa Bafa, che coinvolgeva tutti in uno scambio fra culture diverse, con le difficoltà che esso comporta.

Terminata la messa nel Santuario dedicato alla Madonna vicino alla scogliera, gli ambasciatori si sono uniti (per l’ultima volta, prima di luglio) per ammainare le bandiere e salutarsi.

Infine hanno preso l’impegno di scrivere una lettera a se stessi da rileggere dopo il Jamboree, scrivendo aspettative, speranze e altro ancora per l’avventura che sarà.

Per me il campo è stato molto bello e coinvolgente, anche perché ci ha fatto conoscere ancora meglio il reparto e il grande evento a cui parteciperemo a Luglio.

Ci vediamo tutti quanti al Jamboree!
Mentre per restare aggiornati sulle sfide realizzate dal nostro reparto e tanto altro, non esitate a seguire il nostro blog:
www.repartopontedicividale.wordpress.com/

Ciao a tutti da Francesco

Rispondi