VERY YES!

367

Abbiamo iniziato il nostro viaggio dalla stazione di Verona, precisamente al binario 11, dove ci aspettavano Baden Powell (Don Valentino) ed Erica . Abbiamo rotto il ghiaccio con il gioco delle 3 caratteristiche: ognuno di noi ha detto ai capi tre caratteristiche buffe di sé e attraverso delle carte dovevamo trovare l’identità nascosta. È stato molto divertente e questo giochino ci ha permesso di metterci in relazione gli uni con gli altri fin da subito e ha posto le basi per una fantastica amicizia che continuerà nel tempo.

Per raggiungere la base Scout Airone abbiamo camminato nel buio e nella nebbia che avvolgeva Isola della Scala. Una volta arrivati abbiamo scoperto le identità e la provenienza anche dei nostri capi, Irene, Erica, Luca, Don Valentino.

Ci siamo seduti ad una bella tavolata e ci siamo accolti con i cibi caratteristici dei posti di provenienza. Per concludere in bellezza la giornata abbiamo visto i video che raccontano la bellezza di essere Scout.

Il giorno seguente siamo andati a Verona per vedere il Ponte Pietra, ponte da cui prende nome il nostro reparto e ci siamo scattati una foto ricordo. Con le squadriglie appena formate (Fenici, Bombi, Pinguini e Albatros) abbiamo visitato Verona attraverso una caccia fotografica: i capi ci mandavano sul telefono una serie di missioni da fare per andare alla scoperta delle bellezze della città. Alcune erano dei luoghi da raggiungere e da fotografare per avere l’indizio successivo, altre erano da fare lungo gi spostamenti ed erano più buffe..come farsi una foto con una donna incinta o con un manichino esposto in vetrina che indossava il fazzolettone scout. Abbiamo concluso il gioco all’Arena e lì vicino abbiamo partecipato ad una messa celebrata da Don Valentino. Qui ci è stato dato il braccialetto che rappresenta la nostra prima tappa verso il Jamboree.

Durante il cerchio serale abbiamo fatto vari giochi e, accompagnati dalla chitarra e dall’armonica, abbiamo cantato tante canzoni tra cui Country Road. Questa l’abbiamo cantata talmente tante volte che ormai la sappiamo a memoria!

 La mattina seguente abbiamo pulito la casa per accogliere i nostri capi reparto di provenienza e i familiari. A loro abbiamo raccontato cosa abbiamo fatto al campetto e cosa andremo a fare da qui al Jamboree. Abbiamo proseguito la giornata con un super pranzo a buffet e con una Messa celebrata all’aperto.

Per concludere: dopo tutto questo divertimento il nostro entusiasmo ora è proprio alle stelle! I capi hanno organizzato il campetto superando pienamente le nostre aspettative, perché in pochi giorni abbiamo creato un clima molto bello e non vediamo l’ora di rivederci tutti quanti!

Comunque tutto VERY YES!!

Rispondi